Sveltesse be ACTIVE - I legumi: ottimi alleati della salute.
Da un punto di vista nutrizionale, i legumi sono ticchi...

Siamo un Paese di carnivori: gli ultimi dati della Coldiretti dichiarano che il consumo di carne medio in un anno in Italia é di circa 78 kg a testa.
Per contro, il consumo attuale di legumi secchi si stima essere di circa 4,5 kg/pro capite l'anno.

Ma perché parliamo di legumi in rapporto alla carne?
Anzitutto, quando parliamo di legumi, facciamo riferimento ad una famiglia molto ampia: le leguminacee. In Italia quelli più consumati sono: lenticchie, ceci, fagioli, lupini, piselli, fave.
Anche arachidi e soia fanno parte di questa famiglia, ma date le loro percentuali di acidi grassi vegetali vengono chiamati oleosi (si estrae infatti dell'olio).

Da un punto di vista nutrizionale, i legumi sono ottimi alleati della nostra salute grazie alle loro proprietà.
Per esempio, aiutano a ridurre i valori di colesterolo alto grazie alla presenza della lecitina. Apportano un buon contributo energetico per la presenza di carboidrati ed in genere sono poveri di grassi ed hanno un elevato contenuto di fibre. Cosa poco nota poi é che sono tra i vegetali più ricchi di calcio.

Ma la caratteristica che li rende più interessanti é un contenuto proteico paragonabile a quello della carne.
È pur vero che il valore biologico delle proteine vegetali è inferiore a quelle animali.
Quest’ultime, infatti, forniscono tutti gli amminoacidi essenziali nelle giuste proporzioni. Al contrario, le proteine vegetali, sono tendenzialmente carenti di uno o più di questi amminoacidi.
Tuttavia tale deficit può essere colmato semplicemente abbinando un legume ad un cereale. Esempio: zuppa di farro e fagioli, pasta e piselli oppure hamburger di ceci accompagnato da una fetta di pane integrale e verdura.
In questo modo si ottiene la stessa miscela di proteine ad alto valore biologico della carne.

Inoltre, sebbene sia importante l'abbinamento cereale-legume, non bisogna dimenticare che il nostro corpo è dotato di riserve di amminoacidi liberi.
L'abbinamento non deve essere visto come una regola assoluta. L'importante é seguire una dieta varia, evitando di assumere una sola fonte proteica per lunghi periodi, che sia di origine animale o vegetale.
Secondo i principi della dieta mediterranea, ad esempio, l'ideale è consumare almeno 3 porzioni di legumi e 2 di carne a settimana.
A cura dell Dott.ssa Ornella D’Alessio, Biologa Nutrizionista.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

I suggerimenti nutrizionali
di Ornella D'Alessio

SVELTESSE be ACTIVE

YOGURT

Mango in pezzi e passion fruit

Mirtillo
in pezzi

SVELTESSE be ACTIVE

DRINK

Curioso di provarlo?